lunedì 23 ottobre 2017
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#16143 Supercoppa> Simone Parodi: "La mia prima Supercoppa" Stampa
martedì 28 dicembre 2010

Lega Maschile

Ha ventiquattro anni e poche finali al suo attivo, ma quel premio di MVP in una di quelle poche, e quella che contava di più (la finale Scudetto), raccontano di lui meglio di tante altre parole.

Lui è Simone Parodi, ligure classe 1986 di 195 cm, schiacciatore di punta della Bre Banca Lannutti e della Nazionale. Perché ormai definirlo "promessa" è più che superato, tanto che ai Mondiali si è guadagnato l'appellativo di "giovane veterano". Per l'atteggiamento che ha in campo, non esattamente quello che ti aspetti da chi, tutto sommato, all'altissimo livello è approdato da non così lunga data.
Come ti aspetti questa Supercoppa, tenuto conto anche del periodo in cui andate a giocarvela, tra i numerosi impegni di Campionato e Champions League?
"Certo, è un periodo molto impegnativo, ma non solo per noi, anche Trento è impegnata su più fronti. Credo che le grandi squadre debbano imparare a convivere con queste difficoltà. Sono convinto che quella che assegnerà la Supercoppa sarà una bella partita, tosta sicuramente, ma noi siamo abituati a giocare partite importanti e sappiamo come affrontarle".
Cosa resta dopo una sconfitta come quella in Campionato contro Macerata?
"La voglia di reagire. Subito. So che reagiremo bene, con il carattere giusto. Ne sono praticamente convinto, perché la nostra è una squadra fatta di giocatori esperti e questo è un fattore che conta molto, in momenti come questo può essere determinante e dare la svolta".
La tua prima Supercoppa e per giunta a Torino, con che sensazioni arrivi ad una partita di questo tipo?
"Credo potrà essere davvero bello, e molto motivante. Giochiamo praticamente in casa, spero ci siano tanti nostri tifosi e tanto pubblico. I presupposti ci sono tutti per poter vivere una di quelle grandi emozioni che solo i palazzetti pieni di tifo sanno trasmetterti. Per questo non vedo l'ora di scendere in campo".
Dall'altra parte della rete ancora Trento. L'ultima volta che l'avete incontrata era la Finale Scudetto e tu hai ricevuto il premio di miglior giocatore del match.
"Sì, è stata un'emozione immensa, inutile dirlo. Per quel che riguarda Trento, credo sia la formazione più forte in assoluto. Ora anche Campione del Mondo, e quindi caricata al massimo. Però credo anche che sia positivo dover giocare contro di loro".
Positivo?
"Sì perché è estremamente stimolante giocare contro una squadra di un tal livello, aumenta di molto la nostra concentrazione e la concentrazione è proprio quello che può venire a mancare un po' in questo momento...".
 
< Prec.   Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2017 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.