domenica 17 ottobre 2021
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#16093 CM> Free Club, luci ed ombre con l'Anguillara Stampa
giovedì 23 dicembre 2010

Ufficio Stampa Free Club

Volley.Anguillara.A.S.D. – Free Club Consorzio Turistico Mare Di Roma 2-3
(24-26, 25-20, 27-25, 23-25, 10-15)
Volley.Anguillara.A.S.D: Pierdomenico (K), Bussi, Fagiani D. Fagiani F., Saraceni, Gravante, Iaci, Bongarzone, Ascensao. All.: Saverio Fagiani.
Free Club Consorzio Turistico Mare Di Roma: Catania (K), Fornara, Feo, Moretti, Sacchi, Manzini, Talevi, Guidi, D’Onofrio, Napoleone, Pantano, Amantea (L). All. Chistian Ludovici
Durata set: 27’, 25’, 30’, 26’, 13’.
Arbitri: Scaramuzza Antonio, Mannarino Matteo.

Luci e ombre per il Free Club nel suo ultimo incontro del 2010. L’avversario era abbordabile, a secco di vittorie da ormai diversi turni, e l’impegno era senz’altro alla portata degli ardeatini. Come tutte le trasferte, tuttavia, mai sottovalutare il fattore campo. L’Anguillara, inoltre, è tornata di nuovo al completo dopo aver sofferto qualche fastidioso infortunio tra i suoi più validi elementi. Buona quindi la vittoria riportata dal Free Club, ma resta un po’ di amarezza per essere usciti dal Palazzetto dello Sport di Anguillara con 2 soli punti. L’incontro si è infatti prolungato fino al tie-break: sotto 2 set a 1, i ragazzi di Ludovici hanno saputo raddrizzare il match e portare a casa un’altra importante vittoria. La zona Play Off è lì a un passo ma ci sono molte squadre nel giro di pochi punti, così ogni occasione di muovere la classifica è buona per rimanere in corsa.
La partita ha visto un Anguillara bravo nel mettere in luce le sue qualità: una buona regia, un buon gioco al centro, ottime diagonali da banda, un opposto che ha preso fiducia durante la gara. Il Free Club ha disputato invece una delle sue solite partite: superiori agli avversari come mezzi e soluzioni ma poco concentrati e molto fallosi, disattenti in difesa e fallosi in battuta. Dopo aver concesso un po’ troppo in molti frangenti e aver subìto le fiammate dei padroni di casa, Catania e compagni hanno però saputo ritrovare la retta via e hanno avuto il sangue freddo necessario ad aggiudicarsi un tie-break comunque mai messo in discussione.
La squadra deve ancora affinare il suo gioco, ma i risultati stanno arrivando e coach Ludovici sà esattamente dove dover lavorare in questa squadra cui sicuramente non manca la qualità: “Troppi errori in battuta e troppe disattenzioni in difesa, ecco quali sono i nostri principali difetti, che saranno argomento di discussione e lavoro durante la sosta natalizia. Abbiamo mezzi rilevanti. Penso che la società mi abbia messo a disposizione un gruppo importante, composto da giovani molto interessanti. Temo tuttavia che nel gruppo si sia insinuato il pericolo più grande per chi fa sport: la superbia! Attualmente non abbiamo gli elementi più forti del campionato in nessun ruolo, ma c’è una grande possibilità di crescere. A favorire la crescita ci deve essere però l'alleato più forte che ogni atleta possa avere, vale a dire la modestia. I ragazzi devono aver “fame” di lavoro e voglia di migliorare. Il segreto di un atleta vincente è la capacità di autocritica: se saremo in grado di comprendere che abbiamo tanto ma che stiamo sfruttando solo una parte e che quel buono che attualmente facciamo si perde dietro disattenzioni evitabili, allora davvero saremo pronti al salto di qualità”.

 
< Prec.   Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2021 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.