domenica 17 ottobre 2021
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#16042 A2M> Sora concede un altro tie break Stampa
lunedì 20 dicembre 2010

Carla De Caris 
Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora concede in casa un altro tie break: dopo quelli con Isernia e Ravenna, arriva il quinto set anche con la Gherardi SVI Città di Castello brava a recuperare e a vincere. I primi due parziali sono stati a totale appannaggio dei padroni di casa che hanno dato dimostrazione di essere ritornati sulla diritta via, confermando che la debacle siciliana è stata solo una brutta parentesi.

Ma poi, con il cambio in regia tra le fila della Gherardi a causa dell’infortunio al setto nasale accorso a Santiago Orduna a seguito di uno scontro sotto rete con un suo compagno di squadra, con il palleggiatore Simone Marini il Castello cambia il suo volto e quello della partita. Rimontano gli umbri, pareggiano i conti e poi vincono lasciando a Sora un solo punto della posta in palio che la porta al quinto posto della classifica.
Le porte del Palasport Città di Frosinone si sono aperte alla pallavolo alle ore 14,30 quando la prima divisione femminile del Fontana Liri Volley, allenata da coach Luca Zuffranieri, ha disputato una bella ma purtroppo infruttuosa gara contro la GS Union Volley Zagarolo. La kermesse della grande pallavolo di serie A invece si è aperta con la consegna di una targa di riconoscimento all’ex di turno, consegnata direttamente dalle mani del vice presidente dell’Argos Volley Ubaldo Carnevale assieme al Responsabile Marketing Carlo Saccucci e al dirigente Simon Perna, a Salvatore Rossini “con gratitudine, affetto e stima per l’impegno profuso” nelle stagioni di militanza tra le fila della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.
Allo starting six coach Alberto Gatto affida come al solito la ragia a capitan Scappaticcio schierato in diagonale all’opposto argentino Darraidou. In posto 4 posiziona gli schiacciatori-ricevitori Libraro e Roberts, e al centro la coppia formata da Polidori e Pavan, mentre il libero è Michele Gatto. Nell’altra metà campo mister Radici fa scendere Orduna al palleggio opposto a Nemec, Ravellino e Rossi al centro, Vedovotto e Rosalba in posto 4 e Rossini libero. Torna quindi in campo Simone Rosalba dopo 3 settimane di stop e per la prima volta in maglia bianco-rossa, il centrale Andrea Rossi, neo acquisto del presidente Arveno. 
Parte subito grintosa e piena di voglia di riscatto la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che al primo time out tecnico è già avanti 8-4 e al secondo allunga ancora fino al +8 del 16-8 con delle gran belle giocate da parte di tutte le sue bocche da fuoco. Roberts firma punti da seconda linea, Darraidou in battuta e Libraro da posto 4. Città di Castello comincia a tirar fuori gli artigli e con il solito Nemec si porta sotto fino al 22-20. Ma Sora ha una marcia in più e con un ace di Libraro si guadagna la prima di 4 palle set. Il parziale si conclude sul punteggio di 25-21 con una battuta in rete dell’opposto umbro.
Torna in campo più aggressiva la Gherardi che con un turno positivo in battuta di Vedovotto si porta avanti 1-4, ma la Globo riconquista la palla e manda al servizio il suo centrale Polidori che ci resterà fino al sorpasso, 5-4. Il Castello fa della battuta il suo fondamentale di punta e con 4 ace/set si riporta avanti prima 6-8 e poi 13-16. I ragazzi di coach Radici mantengono le 3 lunghezze di vantaggio fino al 15-18 quando salgono in cattedra Roberts e Libraro che riportano la situazione in parità, 20-20. Si gioca ora punto a punto ma Rosalba e compagni non hanno fatto i conti con un reinventato Darraidou che mette in scena il suo piccolo show personale siglando gli ultimi 5 punti consecutivi mandando in agitazione il muro di Rosalba e Rossi. È 25-23 e la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora conduce la gara per 2 set a 0. Nel terzo parziale Libraro, prima murando Nemec e poi facendogli un mani-out, porta i suoi al tempo tecnico di sospensione avanti 8-6. Il vantaggio viene mantenuto, anche con il solito prolifico Roberts, fino al secondo time out Globo 16-13. Ma è proprio qui che succede qualcosa: innanzi tutto il cambio in regia con Orduna fuori per infortunio e Marino che entra a sconvolgere la linea di gioco seguita della Gherardi fino a quel momento. Mettono subito a segno un break positivo che gli assicurano il sorpasso, 16-17, e poi con qualche svista arbitrale e qualche errore locale, allunga fino al 19-23. A Rosalba, che ha giocato una grande gara in piena lucidità e pensando sempre alla palla successiva, è affidata la palla del 21-24 che non la sbaglia è regala al suo team l’occasione per restare agganciati al match. Annulla la prima possibilità Roberts che vola alto sulle mani del muro ma ci pensa Nemec a chiudere il set sul 22-25.
Nel quarto parziale il Castello torna sul rettangolo di gioco sempre con Marini al palleggio e dopo le prime battute sostituirà il neo acquisto Rossi con Di Benedetto. Set da dimenticare questo per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che parte subito subendo un break di 0-4 e al technical time out è sotto 4-8. Sul 10-15 sale in cattedra un indiavolato Martin Nemec che con 9 punti/set, di cui un ace e 2 muri, si rende autore dello sprint dei perugini che hanno la prima possibilità di portarsi in parità in fatto di conteggio set sul 14-24. Questa frazione di gara si archivia con un sonoro 15-25 che comunque non fa abbattere i sorani che affilano le lame per il tie break. Equilibrio e gioco punto a punto nell’avvio di un emozionante quinto set rotto sul 5-5 dai centrali sorani che oggi hanno disputato una bella gara e hanno aiutato i loro compagni nei momenti più delicati del match. Prima un muro di Polidori su Rosalba e poi un altro di Pavan su Nemec e ancora un ace, decretano il cambio di campo con 2 lunghezze di vantaggio. Con altri due block della coppia Polidori-Roberts su Vedovotto e Nemec fanno scorrere il tabellone fino al 10-6. Ora però è la Gherardi ad andare al servizio con Di Benedetto che ci resterà fino al sorpasso del 10-11. Finalmente Roberts interrompe la serie ed è 11-11, ma poi batte a rete e Città di Castello marcia spedita fino al quindicesimo punto, quello della vittoria. Si chiude 2-3, dopo 2 ore e 10 minuti di gioco, la contesa tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Gherardi SVI che ora è attesa dalla natalizia trasferta di Segrate.  
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO 2-3
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Scappaticcio (K) 1, Darraidou 17, Libraro 20, Roberts 20, Polidori 7, Pavan 10, Gatto (L), De Rosas n.e., Scuderi, Gaetano, Roberti 2, Costantino. I All. Alberto Gatto, II All. Massimo Monfreda. B/V 4, B/S 16, muri 12.
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO: Orduna 1, Nemec 30, Ravellino 11, Rossi 3, Vedovotto 18, Rosalba 13, Rossini (L), Marini, Marino, Di Benedetto, Lipparini, Bortolozzo n.e., Del Castello n.e.. I All. Andrea Radici, II All. Marco Bartolini, Massimo Calogeri. B/V 6, B/S 15, muri 11.
ARBITRI: Alessandro Perdisci, Pierluigi Orpianesi.
PARZIALI: 25-21 (‘28); 25-23 (‘30); 25-22 (‘29); 25-15 (‘25); 11-15 (‘17).
 
< Prec.   Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2021 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.