martedì 27 luglio 2021
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#15893 A1M> M.Roma: peccato, contro Modena solo un punto Stampa
domenica 12 dicembre 2010

Foto Giulia CarbonariGiulia Sampognaro

M.Roma Volley – Casa Modena 2-3
(25-21, 18-25, 22-25, 25-23, 17-19)

M.Roma: Poey 26, Zaytsev 18, Paolucci, Lebl 11, Uriarte 1, Tomatis, Cesarini (L), Corsini, Saraceni, Bencz 1, Yosifov 11, Cisolla 9, Corsano (L). All.: Giani
Battute sbagliate: 25 Ace: 4 Muri: 15
Modena: Manià (L), Ciabattini (L), Fabroni 1, Kooistra, Dennis 29, Berezhko 9, Kooy 17, Casadei 2, Esko 2, Creus 11, Casoli, Diaz 1, Piscopo 5. All.: Prandi
Battute sbagliate: 23 Ace: 3 Muri: 17
Arbitri: Vagni - Ippoliti
MVP: Angel Dennis

Una grande occasione sprecata per la M.Roma, sconfitta da Modena per 3-2 tra le mura amiche del Palazzetto dello Sport. Peccato per gli uomini di Giani, che in alcuni tratti hanno forse mostrato la loro migliore pallavolo; sono stati però ancora una volta i momenti ‘no’ a decidere il destino dei verde-nero, fallosi e poco concreti nei momenti che contano. Una gara che scivola tra le mani di Zaytsev e compagni proprio sul finale, una vittoria persa a tre punti dal match e che lascia un’atmosfera di amarezza sul campo.
Concentrati e determinati i padroni di casa entrano in campo con il piglio giusto, imponendo un ritmo di gioco alto e convincente. Avanti 7-6, con Esko al servizio i modenesi ribaltano la situazione, e riescono ad arrivare alla prima sospensione tecnica con un break di vantaggio. Dura poco però la supremazia giallo-blu: tornati in campo gli uomini di Giani piazzano un break di 6-1, frutto di un ottimo gioco di squadra e un comportamento ineccepibile in tutti i fondamentali. Avanti di due lunghezze al secondo t.o.t., i romani allungano fino al 18-14, costringendo mister Prandi a chiamare un time out discrezionale; niente da fare però per Modena, che deve chinare la testa di fronte a una Roma inappuntabile. E’ un mano e fuori di Zaytsev poi, a chiudere meritatamente per i verde-nero sul 25-21.
Cambio in regia nel secondo set per Modena, che inserisce Fabroni su Esko e sembra trarne subito giovamento: avanti di una lunghezza al primo time out tecnico, i giallo blu avanzano fino all’11-8 costringendo mister Giani a richiamare i suoi. Roma prova a rimettersi in gara, ma è ancora Modena a mandare le due squadre in panchina con un vantaggio ancora più corposo (11-16). Rientrati in campo i padroni di casa cercano di tornare in corsa e accorciano il gap (15-18) ma contro una Modena impeccabile e con delle percentuali altissime in ogni settore, c’è poco da fare: è Creus a chiudere, con un primo tempo da manuale nei tre metri, imprendibile dalla difesa di casa.
In avvio della terza frazione di gioco è ancora Dennis a dettare le regole in campo; grazie ai suoi attacchi Modena si porta subito in vantaggio (5-3) ma è poi con i muri di Fabroni e Berezhko che i giallo blu concretizzano il loro momento positivo (8-5). E’ ancora l’ottima correlazione muro-difesa a mantenere il vantaggio della formazione ospite, che arriva alla seconda sospensione tecnica sul 16-12. I tentativi di riavvicinamento di Roma si concretizzano finalmente con il muro di Lebl che regala ai suoi il 20-20; ma la parità si rivela un fuoco di paglia per i romani che tornano di nuovo ‘sotto’, ancora una volta vittime dei muri avversari. E’ infatti una ‘stoppata’ di Casadei su Zaytsev a regalare ai modenesi il 25-22.
Avvio perfetto per la M.Roma nella quarta frazione, che si apre con due muri e un ace degli uomini di Giani (3-0). Un vantaggio che si accorcia di una lunghezza alla prima sospensione tecnica e che i romani cercano di conservare con le unghie e con i denti, contro una Modena che continua ad avere in Dennis la sua punta di diamante. E’ proprio l’opposto cubano ad ottenere il punto del pareggio (12-12) che costringe mister Giani a richiamare i suoi; tornate in campo le due squadre si fronteggiano a viso aperto e proseguono tra continui cambi palla (15-15), in un Palazzetto caldo come non mai. Il nuovo allungo è targato M.Roma che realizza un break importante di 3-0 che la porta sul 19-15. Un vantaggio corposo che i modenesi provano a minare fino alla fine, ma è Zaytsev che risolve tutto a favore dei romani proprio sul filo di lana, chiudendo il parziale sul 25-23.
Avvio all’insegna della parità nell’ultimo e decisivo set (4-4) ma sono i modenesi a guadagnarsi il primo break importante che li porta sul 7-5. Nella nuova metà campo i padroni di casa trovano prima la parità (8-8) grazie all’attacco out di Creus, poi il vantaggio con Zaytsev che indovina un mano e fuori su Berezhko. Prandi chiede urgentemente un time out ma il break di Roma continua fino al 5-0; sul 12-9 il set sembrava aver preso una piega ormai scontata, ma due errori in attacco di Poey consentono a Modena di tornare in corsa e di portarsi in parità (12-12). Finale al cardiopalma al Palazzetto dello sport, dove a decidere sono i vantaggi: ad avere la meglio sono infine i ragazzi di Prandi, che chiudono a proprio favore sul 19-17 con un muro a due su Zaytsev targato Casadei/Berezhko.
Foto Giulia Carbonari

 
< Prec.   Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2021 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.