domenica 16 giugno 2019
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#14802 Mondiali 2010 > Tris verde-oro: Brasile sul tetto del Mondo Stampa
domenica 10 ottobre 2010

Foto PasqualiGiulia Sampognaro

Cuba – Brasile 0-3
(22-25, 14-25, 22-25)

Cuba: Leon 15, Leal 9, Gutierrez (L), Camejo 3, Cepeda, Ortiz Ortega, Bell 2, Simon (K) 6, Hierrezuelo 2, Mesa, Diaz 1, Hernandez 6. All: Orlando Blackwood
Brasile: Bruno 3, Sidao, Vissotto 19, Giba (K), Murilo 6, Theo 1, Bravo, Rodrigao 5, Lucas 6, Marlon, Dante 8, Mario (L). All: Bernardi Rezende
Arbitri: Umit Sokullu, Simone Santi.
Spettatori: 11.605


Tutto secondo pronostico. Il Brasile vincitore delle ultime due edizioni, si aggiudica anche il Mondiale 2010 e raggiunge quel traguardo che mai nessun italiano avrebbe voluto: eguagliare il record della Nazionale azzurra che negli anni Novanta aveva conquistato tre titoli di fila. Infatti la squadra di Bernardinho, con questa vittoria fa tris: 2002, 2006, 2010 e lo fa proprio in terra italiana. La beffa delle beffe, ma così è. E dopo essere stata protagonista con le polemiche per le partite studiate e perse a tavolino, i ‘conti’ per decidere se vincere o perdere, come e con chi, la nazionale verde-oro, in barba a tutti, è riuscita ad andare avanti senza farsi troppo condizionare, fino in fondo, fino a vincere l’oro mondiale. In Italia, a Roma, al Palalottomatica, per giunta con Bruno che dopo l’ultimo punto di Vissotto sale sul trespolo dell’arbitro a festeggiare. Ed è un tuffo al cuore: sì perché nel 1990 fu l’allora capitano azzurro Andrea Gardini a far gioire e sorridere l’Italia salendo lì su, mentre ora la nostra Nazionale è ai piedi del podio, estromessa dalla finale proprio dal Brasile campione del Mondo.
La cronaca.
Bel gioco al Palalottomatica per le prime battute del match, ma soprattutto subito emozioni. Le due formazioni non fanno complimenti e partono forte, proponendo scambi lunghi e divertenti. E’ però il Brasile ad ingranare la marcia giusta; è la squadra di Bernardinho infatti ad arrivare per prima a quota 8 con uno scarto di ben cinque punti sull’avversaria, grazie a ben due ace e gli ottimi attacchi di Vissotto. Di contro Cuba commette qualche errore di troppo ed è poco incisiva al servizio; a portare avanti la squadra sono ancora una volta Simon e Leon, ma non basta. Il Brasile continua a costruire e a macinare punti, arrivando agevolmente sul 16-10 e poi sul 20-14. A questo punto, con un break di 5 a 1 Cuba si rifà sotto e torna in partita, anche a dispetto di alcune decisioni arbitrali che la vedono sfavorita; è comunque il Brasile a conquistare il parziale, con un diagonale di Theo che il muro avversario può solo ‘spizzare’.
Inizia il secondo set ed è subito 4-0 Brasile. Cuba è ancora incerta in tutti i reparti e pecca ancora di troppi errori, mentre i verde-oro si mostrano sicuri e organizzati. Grandi difese e spettacolari recuperi da entrambe le parti entusiasmano il pubblico di Roma, in gran parte pro Cuba; piccoli ma intensi focolai brasiliani spingono invece sempre più in alto i propri beniamini che costruiscono via, via un consistente 18-10. Il resto del set viene da sé: Dante conquista il 24-14 con un bel muro a 1 su Hernandez e ci pensa poi Rodrigao a chiudere con un diagonale strettissimo in posto due (25-14).
Nella terza frazione di gioco a farla da padrona è una sostanziale parità tra le due formazioni in campo, anche se a poter usufruire del break di vantaggio è comunque il Brasile (8-7). Una situazione, quest’ultima, che dura ancora pochi scambi: prima arriva il + 2 e poi il + 4, con cui Bruno e compagni vanno in panchina per la seconda sospensione obbligatoria. Rientrata in campo Cuba prova a riavvicinasi (19-21) ma i Brasile riallunga. Rodrigao a muro conquista prima il 23-19 e poi 24-19, cioè match point. Leon annulla la prima e la seconda occasione, poi Murilo manda fuori la terza ma è solo questione di pochi secondi. E’ Vissotto a chiudere con un attacco da seconda linea per il 25-22. Ed è festa verde-oro.
 
Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2019 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.