lunedì 03 ottobre 2022
 

Un mondo di Volley

Radio 101.5

Volleymania

Numeri
Prisma srl
.
 
Sportlinx360
#13544 CM > Cimas ad un passo dalla B2 Stampa
mercoledì 02 giugno 2010

Serena Caponi

Virtus Leonardo Sistemi - Cdp Cimas 0-3
(23/25, 21/25, 24/26)

Virtus Leonardo Sistemi: Assogna K (2), Grigioni (2), Contigiani (2), Ricci (25), Pagotto (11), Salvucci (12), Longo (2), Bonante, Illuminati, Giorgianni, Mei, Pratesi, Fiorucci L.     Allenatore: Lazzarini
Battute sbagliate: 13, Muri: 17, Ace: 3
Cdp Cimas: Zongo K (10), Aguzzi, Antonacci, Cancelosi (7), Carloni (2), Margutta (5), Motta (7), Priori (11), Romano (3), Sardela, Vitiello, Celotto L.    Allenatore: Ponzo
Battute sbagliate: 6, Muri: 20, Ace: 4
Durata set: 20, 23, 26

La promozione si prospetta come un obiettivo sempre più vicino per la squadra di Casal dè Pazzi che riesce a vincere 3 a 0 nel non facile campo della Virtus Roma. Adesso rimane la finale di ritorno, che si terrà Domenica in casa del Cimas. Nel complesso è stata una bella partita, entrambe le squadre hanno giocato al loro meglio, combattendo fino all'ultimo punto. Un risultato netto che premia la squadra ospite ma che forse non rende il giusto onore alla squadra di casa, la quale pur faticando in diverse occasioni, ha venduto carissima la pelle. Fin dalle prime battute si percepisce la determinazione da entrambe le parti del campo.  Verso la seconda metà del primo set è la squadra ospite a ritrovarsi in leggero svantaggio. Ma poi la Virtus in alcune occasioni non trova il giusto contrattacco regalando qualche punto e la situazione si capovolge. Lazzarini chiede un break sotto 16-17 ed una volta rientrati in campo è Ricci a ripristinare la parità. Zongo, capitano del Cimas poi rivelatosi un giocatore dalle qualità notevoli sia in attacco che in ricezione, riporta la propria squadra in vantaggio. Il testa a testa prosegue fino alle ultime fasi del parziali. La Virtus perde palla in seguito ad una battuta sbagliata (ben 13 nel corso dell'intero match) sul 23-24 e Motta chiude con un Ace. La situazione non cambia nel corso del secondo parziale. Si suda punto su punto. Il Cimas presenta un organico ben strutturato, ottimi giocatori molto tecnici ed un apparato offensivo eccellente in grado di attaccare da entrambe le linee con incredibile rapidità. La difesa della Virtus si trova nuovamente assediata dalle azioni  degli avversari, ma la squadra di casa non si lascia intimorire e anche con un pelo di improvvisazione contrattacca con passione e tenacia. Il Casal dè Pazzi si porta in vantaggio nella seconda metà del set. La Virtus cerca di non demordere ma la reazione arriva tardi, Ricci (peraltro Top Scorer dell'incontro) mette a segno in diverse occasioni di fila rimontando qualche punto. Zongo interrompe ogni possibile prospettiva degli avversari con una diagonale sul 25-21. Alla Virtus non resta che provare il tutto per tutto nel terzo set, e nelle prime battute riesce infatti a portarsi in vantaggio. Tuttavia il caldo, la stanchezza e probabilmente una minore lucidità in alcune fasi di gioco fanno sì che il Cimas possa recuperare. Ma nessuna delle due squadre riesce a crearsi un vantaggio netto, il testa a testa non si interrompe al contrario diviene sempre più avvincente. Pagotto riporta la situazione in parità a metà set esatta. Si continua a combattere su ogni palla. Lazzarini chiede un break sotto 20-21.  Grigioni ripristina la parità sul 21 pari. Seguie la risposta del Cimas con Zongo e di nuovo il pareggio con Ricci. Ancora Zongo a muro e Motta portano la squadra ospite in vantaggio(24-22). Di nuovo Ricci prova ad accorciare le distanze sul 24 pari ma l�ennesima battuta sbagliata ed un attacco fuori regalano la vittoria alla squadra di Casal dè Pazzi.

 

 
< Prec.   Pros. >
.

Ultime notizie

Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002

© 2022 Volley Mania Web
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.